Il lettino Montessori nel percorso di autonomia del bambino

Il lettino Montessori nel percorso di autonomia del bambino

8 Aprile, 2019 0 Di Alessandra Pecci


“Una prima forma di aiuto alla vita psichica del bambino è la riforma del letto e delle abitudini relative al luogo sonno imposto e non naturale. Il bambino deve avere il diritto di dormire quando ha sonno ,di svegliarsi quando finito di dormire e di alzarsi quando vuole. Per cui consigliamo l’abolizione del classico letto del bambino e la sua sostituzione con un giaciglio molto basso, quasi assente al suolo dove il bambino possa sedersi e alzarsi a suo piacere“

Maria Montessori Il segreto dell’infanzia pagina 99

Il passaggio dalla culla al lettino ( leggi qui Accogliere la nascita: la Culla Montessori) avviene quando il bapmbino sceglierà il letto come suo giaciglio. L’accessibilità ad esso è di fondamentale importanza. Qualsiasi spondina, seppure bassa, può essere un ostacolo al raggiungimento del letto a carponi ed in seguito un ostacolo per sedersi prima di sdraiarsi. Il bambino ha diritto ad un letto a sua misura e comodo.

È bene sistemare il letto nel posto ad esso dedicato nella casa prima che il bimbo sia in grado di raggiungerlo e magari porgli accanto la cestina fuori dal suo trespolo in modo che il bambino possa avere il tempo di esplorare questo nuovo luogo e quando sarà pronto sceglierlo. L’articolo sulla culla , dedica una parte a questo delicato momento ( Accogliere la nascita: la Culla Montessori)

Al momento esistono varie soluzioni accessibili a tutti per consentire al bambino autonomia nel mettersi a dormire e alzarsi.

Questo è un letto che rispetta il criterio di accessibilità libera del bambino e favorisce la sua autonomia. È un letto Ikea a cui sono state segate le gambe.


Questa immagine stupenda ci dice come l’accessibilità sia fondamentale per consentire al bambino il dormire autonomo , dove la posizione del riposo viene esplorata , solo con il tempo il bambino si orienterà sul lettino.




Molte famiglie scelgono questa soluzione.


Le soluzioni oggi presenti sul mercato sono moltissime, molte buone alternative al lettino Montessori altre non corrispondenti alle sue caratteristiche seppur descritte come equivalenti.

Il lettino Montessori.

Il lettino ha le dimensioni di circa 90 × 130 cm. Un’altezza da terra di 20 cm, materasso incluso (10 cm altezza dalla struttura in legno, 10 cm altezza del materasso). Il piano del letto è un tavolo di compensato dello spessore di 4 cm inchiodato su una cornice di massello 90 × 130 cm. Grazie Honneger Fresco

La realizzazione in casa di questo lettino è semplice e economica, realizzabile facendo tagliare le tavole a misura e assemblandole insieme. Consiglio di fare dei fori sopra il piano di appoggio del materasso per consentire una buona traspirazione.

Si trovano in commercio molti letti, descritti come alternative equiparabili al lettino Montessori che di fatto non lo sono e , anzi, creano un ostacolo allo sviluppo dell’autonomia del bambino.