La torre rosa Montessori

La torre rosa Montessori

9 Maggio, 2019 0 Di Alessandra Pecci

Da Apprender ad Apprender, Testo liberamente adattato.

Significato della Torre Rosa di Montessori

La Torre Rosa di Maria Montessori è l’icona della pedagogia Montessori.
A semplice vista sembra una torre normale, ma è molto più di questo… La Torre Rosa è uno dei materiali montessori più conosciuti e una delle icone di questa pedagogia. Fa parte dell’area sensoriale e lavora lo sviluppo visivo, le dimensioni, la lunghezza, la concentrazione, l’ordine e prepara il bambino per la matematica. Quindi, anche se può sembrare una torre normale, è pura algebra manipolativa .

La Torre Rosa è un materiale di gioco sensoriale con molteplici apprendimenti, è l’attività montessori più famosa di tutte. A differenza di altri cubi che abbiamo visto, come gli arcobaleni di Waldorf, i cubi della Torre Rosa non sono vuoti né sono impilabili, ma sono solidi di legno monocromatici.

È importante sapere che nessuna delle caratteristiche della Torre Rosa sono scelte a caso: le sue misure, il suo peso, la sua lunghezza, il suo volume e il suo colore sono stati progettati e studiati da Maria Montessori in base alle sue osservazioni.

La Torre Rosa inoltre, non è un materiale isolato, ma è strettamente legato a tutti gli altri materiali scientifici sensoriali montessori. Man mano che i bambini vanno in fase di esplorazione, tutti i materiali che separatamente sembrano strutturati si uniscono formando un tutto logico.

Questa interconnessione è davvero importante nella metodologia Montessori, in quanto la differenza e la distanza dai metodi di istruzione tradizionali che considerano le varie materie di conoscenza come “materie” indipendenti e isolate.

In Montessori, tuttavia, ci troviamo che con uno stesso materiale possiamo lavorare aspetti diversi come l’autocontrollo, la disciplina, l’ordine, l’autonomia, la creatività, il linguaggio, la matematica, la fisica, ecc, in piena libertà, esercitando in prima istanza la libera scelta guidata da un maestro interiore del tutto personale che altro non è che la spinta evolutiva di ognuno.

Montessori è un approccio basato sulla pura osservazione della vita, per cui in ognuno dei suoi materiali ci sono punti di connessione.Tutto è collegato e interconnesso. Ecco perché è di fondamentale importanza che vi siano nell’ambiente le aree ricche di materiale tra cui scegliere.

Cos’è la torre rosa di Montessori?

La Torre Rosa è composta da 10 cubi di diverse dimensioni che vanno da 1 cm fino a 10 cm , il che significa che ogni cubo diminuisce in 1 CENTIMETRO Quadro.

Cubi più grande: 10 x 10 x 10 cm.
Cubi più piccolo: 1 x 1 x 1 cm.
Altezza totale torre: 60 cm.
A volte sono inclusi due esemplari del piccolino. A seconda di chi chiediamo al riguardo, ci troveremo con due possibili spiegazioni che possono essere complementari: avere un secchio di ricambio della misura piccola (incline a perdersi) e anche utilizzare uno dei due come elemento autocorrectivo (questo ve lo spiego più avanti) .

La Torre Rosa Montessori
E ‘ appariscente e preziosa nel suo complesso, come spesso accade con i materiali di gioco educativi Montessori. Ma non è solo una torre di cubi impilabili. La Torre Rosa è molto, molto di più…

Un materiale sensoriale
Per iniziare è un materiale sensoriale che lavora lo sviluppo visivo dei bambini da circa i due anni e mezzo (anche se questo come sempre dipenderà da ogni bambino), così come il suo senso di tatto e la sua motricità.

Perché è di colore rosa e non verde, blu o rosso la torre rosa di Montessori?

Al momento di progettare la Torre Rosa Maria Montessori, che si guidava sempre per l’osservazione, ha presentato davanti ai bambini varie torri di vari colori e loro si andavano sempre verso la rosellina… quindi essendo fedele ad una delle loro frasi più famose , Montessori ha deciso di “seguire il bambino” e di realizzare la versione finale di questo materiale nel colore che loro stessi preferivano manipolare. Visto che nel colore rosa si concentrava di più e favoriva l’apprendimento facendo le diverse attività. Per questo ha deciso che la torre fosse di colore rosa.

Fonte web

E perché è di un solo colore la torre rosa di Montessori?

Da questa risposta ci resta una costanza Chiara e reale: mantenendo le qualità di forma e colore costanti, e solo variare la qualità delle dimensioni, il materiale permette al bambino di concentrarsi sull’apprendimento delle taglie, che è l’obiettivo principale dell’esplorazione.

È di un solo colore perché favorisce la concentrazione dei bambini. Il suo colore uniforme fa in modo che non ci siano distrazioni in quello che si sta lavorando, in questo modo si isola la difficoltà (tutto materiale Montessori cerca questo) e quindi il bambino può concentrarsi sulla stessa torre.

Tutti i materiali montessori hanno un grado di difficoltà adeguato all’età del bambino a cui sono rivolti e, nel caso della Torre Rosa, variando solo le dimensioni dei componenti si ottiene che non esistano distrazioni e si incoraggia la concentrazione nell’esercizio .

In ogni modo il risultato è una grande Torre, preziosa in tutto il suo insieme. In seguito vedrai che, sia per le sue dimensioni che per il suo colore rosa, i bambini si sentono subito attratti da lei. E questo deve essere proprio l’obiettivo di qualsiasi materiale di gioco pedagogico.

Qual è l’obiettivo della Torre Rosa di Montessori?

Obiettivo diretto
Tutti i materiali montessori hanno un obiettivo principale e almeno un altro secondario. Sono materiali molto versatili e polivalenti che promuovono l’apprendimento multiplo perché, come vi ho spiegato prima, per Maria Montessori l’interconnessione delle conoscenze era qualcosa di fondamentale.

Nel suo giorno Montessori ha stabilito le sue teorie in base alla sua osservazione del comportamento infantile, ma questo al giorno d’oggi lo confermano le neuroscienze e altre teorie scientifiche e psicologiche come la teoria delle intelligenze multiple di Gardner, che ci viene a dire che ci sono diversi tipi Di intelligenza indipendente che si possono lavorare in modo isolato o interconnesso.

Nel caso della Torre Rosa, l’obiettivo principale sarebbe quello di lavorare con i bambini i concetti prematemática di lunghezza e dimensioni.

Obiettivo indiretto
Come ogni secchio ha una dimensione diversa, ha anche un peso diverso. Questo a sua volta sviluppa moltissimo la motorie dei bambini in quanto per prendere i cubi più grandi dovrà usare le due manine, mentre per prendere i cubi medi ne userà una sola, e per prendere i più piccoli dovrà mettere le dita a forma di pinza . Questi tre esercizi di motorie diversi ti permettono di lavorare la motorie sottile e la motorie spessa.

La disparità di dimensioni tra il primo e l’ultimo cubo è quello che, in un certo senso, stabilisce l’età o il livello evolutivo necessario per manipolare il materiale, poiché trattandosi di cubi solidi di grandi dimensioni e con un certo peso, l’attività è gestita da bambini che sono già in grado di trasportare oggetti di un certo peso con le loro mani da un posto all’altro.

Allo stesso modo, la dimensione degli ultimi cubi richiede di aver affinato il grado di abilità o abilità manuale, così come avere un senso del coordinamento visto-manuale più sviluppato di quello necessario per svolgere attività con impilabili più semplici.

Inoltre, un’altra delle finalità della Torre Rosa è di lavorare il sistema metrico decimale, i volumi, ecc..

Con i bambini più piccoli lavoriamo anche il vocabolario attraverso gli opposti: grande-piccolo, leggero-pesante… così come la pazienza, la concentrazione, l’ordine, il ragionamento, il pensiero logico e il rapporto causa-effetto.

Anche l’autonomia personale, in quanto il bambino non ha bisogno l’aiuto di un adulto per rendersi conto che ordine devono seguire i cubi. Se sbaglia, semplicemente, il crollo della Torre vi indicherà che deve trovare un’altra soluzione.

Quando sono più grandi la torre rosa vi serve per lavorare il volume, la massa o le radici cubica.

Perché è importante che sia originale la torre rosa di Montessori?

La Torre Rosa è un materiale montessori abbastanza famoso per ciò che sono sempre più le sue imitazioni. Sono invitanti visto che sono molto più economiche, tuttavia le imitazioni non mantengono le proporzioni originali, i giusti pesi e il colore durevole, non è possibile lavorare con loro il sistema metrico decimale e i loro materiali non resistono a una manipolazione costante e permanente.

Come si presenta la torre rosa di Montessori?

Si effettuano diversi tipi di presentazione, dipendono dal tipo di maestra e dalla zona, per esempio ci sono differenze di presentazioni tra la zona europea e l’latinoamericana. La presentaIone consente al bambino l’analisi del movimento ed è una caratteristica fondamentale di tutti i materiali Montessoriani.

Fonte web

Una delle caratteristiche più importante dei materiali montessori è che sono autocorrettivi. La Torre Rosa, come materiale emblema di Montessori, insegna ai bambini che sbagliare e commettere errori non è un motivo di frustrazione ma un’opportunità per l’apprendimento.

Tutti i materiali montessori hanno una o più finalità molto concrete, sono manipolatori e hanno la virtù di insegnare concetti molto complessi in modo molto semplice. Anche se per noi sono materiali strutturati e troppo astratti a volte, i bambini lavorano manualmente con loro ed è per questo che interiorizzano le loro caratteristiche facendone l’esperienza diretta.

La torre può essere usata nel tempo insieme agli altri materiali scientifici;scala marrone e cilindretti colorati a create connessioni personali e creative oltre che esploraIoni di relazioni di qualità diverse degli elementi.

Per la presentazione specifica e l’uso del materiale scientifico si rimanda a corsi specialistici.